Teorema di Pier Paolo Pasolini by Corriere della Sera

Guarda tutte le altre uscite

8,00 €

Disponibilità: Esaurito


Avvisami se torna disponibile su questa mail:

Descrizione

Dettagli

Pier Paolo Pasolini in questo romanzo si pone l obiettivo di dimostrare un teorema , che è , appunto il titolo del romanzo ossia , il teorema secondo il quale , la borghesia non sarebbe in grado di accogliere e di accettare , il sentimento religioso .
Per fare ciò , Pasolini identifica Dio in un giovane studente che è ospite di Pietro il quale è , uno dei membri della famiglia di un industriale o , come egli la definisce , di una famiglia piccolo – borghese .
Lo scrittore descrive l irruzione di quest ospite che egli delinea , come una sorta di Dio sterminatore incaricato di distruggere , la falsa idea che ha di se stesso ogni membro della famiglia e , facendo ciò , anche di distruggere l idea che la borghesia , intesa come classe sociale , ha di sé .
Pasolini in quest opera , adotta un particolare tipo di linguaggio , un ibrido tra poesia e prosa rispondente a quel suo progetto generale , che era quello di ridurre la prosa alla poesia una cifra stilistica , questa , che avrà una presenza costante nella poetica di Pasolini e che arriverà al suo culmine , in Petrolio che rappresenta il trionfo e l apoteosi del suo sperimentalismo formale .

Teorema rappresenta un punto di svolta nella poetica di Pasolini qui , egli giunge ad una visione quasi interamente simbolica della realtà ne sono testimonianza i due episodi finali del romanzo e cioè , quello in cui Emilia , la governante della residenza familiare decide di gettarsi dentro una fossa scavata in un cantiere al cui interno , si sta costruendo un nuovo quartiere residenziale ciò sta a simboleggiare la vittoria di quello che , Pasolini chiama , neo – capitalismo sulla vecchia civiltà contadina , e l epico finale del romanzo in cui si vede l industriale Paolo , che cammina a piedi nudi in un deserto che , costituisce la metafora utilizzata dallo scrittore , per rappresentare Dio ; Paolo sprigiona un urlo che non avrà mai fine egli , con quest urlo fa sapere a Dio della sua esistenza e della consapevolezza che egli ha di questa sua esistenza , la quale , coincide con l immortalità .
L intellettuale non manca di esprimere una critica al movimento rivoluzionario del 1968 , definendo i giovani che hanno deciso di dare inizio a tale rivolta , come dei piccolo borghesi capaci unicamente di parlare di letteratura e di pittura insomma , di darsi arie da intellettuali , invocando sempre l avvento di un Dio sterminatore che distrugga loro e la classe sociale di cui fanno parte per espiarli delle loro colpe .

Dettagli aggiuntivi

Dettagli aggiuntivi

Condizioni Nuovo
Peso in grammi 8
ISSN 977112908522350008
EAN 9771129085223
Editore Rcs Mediagroup Spa - Quot.tm
Distributore nazionale M-dis Distribuzione Media Spa
Periodicità Settimanale
Argomento Riviste
Data rilascio 16/dic/2015