0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

L'età dell'innocenza di Edith Wharton (romanzo)

Panoramica veloce

L'età dell'innocenza è il dodicesimo romanzo della scrittrice statunitense Edith Wharton, pubblicato nel 1920 con esso l'autrice vinse nel 1921, prima volta per una donna, il premio Pulitzer. La storia è ambientata nel mondo dell'alta-borghesia newyorkese degli anni '70 del XIX secolo.

Guarda tutte le altre uscite

Prezzo di listino: 3,71 €

Special Price 3,53 €

Disponibilità: Esaurito


Avvisami se torna disponibile su questa mail:

Descrizione

Dettagli

Newland Archer è un giovane e brillante avvocato appartenente all'esclusiva società newyorkese, un gentiluomo erede di una delle migliori famiglie della città. Equilibrato ed umano, Archer conosce, prima che venga annunciato il suo fidanzamento combinato con la bella ma innocua May, Ellen Olenska, moglie trentenne separata di un corrotto conte polacco e cugina della stessa May.

Ellen è tornata a New York dall'Europa dopo la scandalosa separazione dal cattivo marito; ella ha una personalità troppo schietta e sensibile - si fa allegramente beffe delle sue regole esigenti - per poter essere accettata in una società estremamente formale. Nonostante ciò Archer, invece, sente crescere sempre più l'ammirazione che prova per la contessa, fino a quando non s'accorge d'essersene innamorato profondamente.

Comincia anche a metter in dubbio l'idea di sposarsi con May, questo matrimonio non appare più essere un destino ideale come aveva immaginato fino a poco tempo prima; allo stesso tempo però egli non vuole e non può sottrarsi agl'impegni assunti, pertanto decide alla fine di sposarla come prestabilito.

La scelta irrevocabile presa da Ellen di divorziare produce un'autentica crisi negli altri membri della sua famiglia, terrorizzati dallo scandalo e dalla vergogna che fuor di dubbio s'abbatteranno su di loro: vivere separati di fatto può ancora essere tollerato, ma il divorzio è inaccettabile per loro. Nel tentativo di salvare la reputazione della famiglia Welland un collega dello stesso studio legale in cui lavora Newland chiede all'amico di cercar di dissuadere ad ogni costo la contessa dall'idea del divorzio.

In tal modo il giovane diventa il legale ufficiale di Ellen nella causa che si sta avviando; ad un certo punto, per la paura d'innamorarsi definitivamente dell'affascinante donna, implora May d'accelerare la data delle nozze, ma ella rifiuta. Newland arriva così a confessarsi apertamente davanti ad Ellen; lei risponde a questi sentimenti ma rimane profondamente turbata dal fatto che la loro eventuale relazione possa far soffrire la cugina.

Infine la contessa accetta di rimanere in America separata ma ancora ufficialmente sposata al conte; Newland nel frattempo riceve un telegramma in cui May le annuncia d'acconsentire alle nozze. A matrimonio avvenuto egli cerca invano di dimenticare Ellen, ma la sua esistenza a fianco di May è del tutto priva d'autentico amore; si lascia assorbire così sempre più dalla propria vita lavorativa e sociale, anche se divenuta vuota e priva di gioia.

Ellen è intanto andata a vivere a Washington, rimanendo così a distanza di sicurezza da Newland, ma le loro strade nuovamente s'incrociano a Newport, in Rhode Island; il giovane avvocato scopre che il conte fa pressioni per far tornare la moglie da lui ma lei, nonostante le spinte della famiglia ad accettare la riconciliazione e tornarsene in Europa, ha finora sempre rifiutato. Frustrata ed incollerita dal senso d'indipendenza che Ellen ha sempre dimostrato, la famiglia arriva al punto da tagliare i viveri.

Newland cerca disperatamente una maniera per lasciar May e stare con Ellen, da cui sempre più appassionatamente ossessionato: disperando di poter far mai diventare Ellen sua moglie, prova almeno a farle accettare di diventar la propria amante. Poco dopo Ellen viene richiamata a New York per prendersi cura della nonna malata, l'unica che abbia accettato la decisione della donna di rimanere separata dal marito.

Qui, sotto le rinnovate pressioni dell'avvocato, finisce col cedere ed accetta di consumare il rapporto; subito dopo però Ellen va via e si trasferisce a Parigi. Ogni tanto torna il fantasma del passato e Archer è tentato di raggiungere Ellen in Europa, ma May gli annuncia di aspettare un figlio e lui ritorna ai suoi doveri. Irrimediabilmente intrappolato Newland rinuncia a seguire l'amata, rinunciando di perseguire il proprio amore per il bene della famiglia e dei figli.

L'ultimo capitolo si svolge ventisei anni più tardi, a Parigi. Archer è oramai vedovo e si trova a Parigi col figlio il quale, venuto a sapere che la cugina della madre vive lì ha organizzato di farle visita nel suo appartamento. Ricevuto l'invito a passare da lei Newland sarebbe ormai libero; stordito dalla prospettiva di rivedere Ellen manda però solo il figlio a salutarla, mentre egli rimane ad attendere fuori guardando la finestra. Preferisce tenere in tal modo intatti i propri ricordi.

Dettagli aggiuntivi

Dettagli aggiuntivi

Condizioni Nuovo
Dettaglio condizioni No
Peso in grammi 320
ISBN-10 No
ISBN-13 No
EAN No
Libro genere No
Tipologia Copertina flessibile
Autore No
Editore No
Pagine No
Lingua No
Data pubblicazione No