A un passo dall'Apocalisse - Il collasso sovietico, 1970-2000 - n. 22 -Stephen Kotkin - settimanale -185 pagine

Panoramica veloce

Geopolitica. Capire gli equilibri del mondo

Guarda tutte le altre uscite

8,90 €

Disponibilità: Esaurito


Avvisami se torna disponibile su questa mail:

Descrizione

Dettagli

- Durante la Guerra fredda nessuno avrebbe immaginato che il crollo dell'Unione sovietica sarebbe stato scatenato da dinamiche interne, e nem- meno che sarebbe avvenuto in relativa calma, senza grandi conflitti. Il la- voro di Stephen Kotkin mostra che la prima causa del collasso sovietico non è stata la competizione militare ma, paradossalmente, il nucleo ideale dell'ideologia comunista: il sogno di un socialismo dal volto umano capace di migliorare la vita dei cittadini senza rinunciare ai principi di giustizia e uguaglianza. Le riforme neo-liberali non sono mai state davvero messe in atto nella Russia post-sovietica, né avrebbero potuto esserlo, considerato il fardello dell'eredità sovietica in ambito istituzionale, politico, economico e sociale. Il libro ricostruisce in modo chiaro e conciso il dramma di un superpotenza di 285 milioni di abitanti che si è sgretolata pur avendo a disposizione un immenso esercito, sostanzialmente fedele allo Stato, e uno spaventoso arsenale di armi nucleari e chimiche. E lo ha fatto evitando non solo l'Apocalisse, ma anche esplosioni di violenza potenzialmente destabi lizzanti per l'intero scenario geopolitico internazionale.
- CIÒ CHE È AVVENUTO NELL'URSS ED È PROSEGUITO IN RUSSIA È L'IMPROVVISO AVVIO, CON I SUCCESSIVI INEVITABILI PROLUNGAMENTI, DELLA FATALE AGONIA DI UN INTERO MONDO FONDATO SU UN'ECONOMIA NON DI MERCATO E SU ISTITUZIONI NON LIBERALI.>>

Dettagli aggiuntivi

Dettagli aggiuntivi

Condizioni Nuovo
Peso in grammi 225
ISSN 977182797002920022
EAN 9771827970029
Editore Rcs Mediagroup Spa - Quot.tm
Distributore nazionale M-dis Distribuzione Media Spa
Periodicità Settimanale
Argomento Riviste
Data rilascio 05/ago/2022